Colesterolo in menopausa: un aiuto dall’attività fisica

Gli ormoni femminili esercitano una funzione protettiva nei confronti del cuore e delle arterie delle donne. Con la menopausa, però, i loro livelli diminuiscono, e di conseguenza diminuisce anche il fattore protettivo sull’apparato cardiovascolare.
Signora felice che fa sport durante la sua menopausa

Una protezione mediata dal colesterolo

Secondo alcune ricerche, a mediare l'effetto protettivo di questi ormoni sarebbe il cosiddetto colesterolo HDL, quello considerato “buono”. Prima della menopausa i suoi livelli sarebbero infatti maggiori nelle donne che negli uomini, ma con la fine delle mestruazioni diminuirebbero [1,2]. I problemi non finiscono però qui. Infatti, con l'arrivo della menopausa, e più in generale durante l'invecchiamento, le donne possono trovarsi alle prese con un aumento del colesterolo totale e di quello LDL (quello “cattivo”) e anche dei trigliceridi [3].

Un aiuto dall'attività fisica

Anche l'attività fisica può aiutare a far fronte a questa situazione. I suoi benefici sarebbero associati soprattutto a un miglioramento dei livelli di colesterolo LDL, di quello totale e di trigliceridi. Infatti nelle donne che nel periodo della menopausa si mantengono attive queste molecole aumentano meno che nelle altre [1,2]. Per quanto riguarda, invece, il colesterolo HDL, l'attività fisica aiuterebbe ad aumentarlo soprattutto nelle donne che ne presentano livelli più bassi [4]. In particolare, un'attività fisica regolare, se praticata ad un'intensità lieve o moderata, può aiutare sia le donne che stanno combattendo i sintomi della menopausa con la terapia ormonale sostituiva, sia quelle che non assumono farmaci, ad aumentare i livelli di colesterolo buono [4].

Muoversi in anticipo

In realtà la lotta al colesterolo può iniziare già prima della menopausa. Uno studio ha infatti dimostrato che bastano 6 mesi perché l'attività fisica contribuisca a ridurre significativamente il colesterolo totale, il colesterolo LDL, i trigliceridi e altri fattori di rischio cardiovascolare, come la pressione, la glicemia e il peso prima della scomparsa delle mestruazioni [3]. L'attività fisica, insomma, fa bene al cuore delle donne a qualsiasi età e non è mai troppo presto per iniziare a combattere l'eccesso di colesterolo con un po' di movimento regolare.

1. Wing RR, Matthews KA, Kuller LH, et al: Weight gain at the time of menopause. Arch Intern Med 151:97-103, 1991

2. Taylor PA, Ward A: Women, high-density lipoprotein cholesterol, and exercise. Arch Intern Med 153(10):1178-1184, 1993

3. Simkin-Silverman L, Wing RR, Hansen DH, et al: Prevention of cardiovascular risk factor: Elevations in healthy premenopausal women. Prev Med 24:509-517, 1995

4. Vella CA, Kravitz L, and Janot JM. A Review of the Impact of Exercise on Cholesterol Levels. http://www.unm.edu/

I contenuti diffusi dal sito Danacol e i risultati dei test proposti hanno valenza generica: la valutazione di situazioni di rischio cardiovascolare non può prescindere dal parere del proprio medico.

logo_footer_actimellogo-activia_newmondo_danonelogo-danacol-footerlogo_danette_footerlogo_footer_smLogo Vitasnella di Danonelogo_footer_yoothie