Colesterolo: come e quando misurarlo

Il colesterolo è una sostanza indispensabile per l’organismo, ma i suoi livelli devono essere tenuti sotto controllo. Infatti questa molecola è necessaria per la sintesi delle membrane delle cellule, della vitamina D e di alcuni ormoni, ma può circolare nel sangue in diverse forme, alcune delle quali sono considerate pericolose per la salute1,2.
In generale, quando i livelli di colesterolo totale sono troppo alti, il rischio di andare incontro a problemi cardiovascolari aumenta significativamente3. Fortunatamente per sapere quanto colesterolo c’è in circolazione nel nostro organismo (e di quale tipo) è sufficiente un semplice esame del sangue1,3. Ma quando iniziare a misurarlo?

Medical stethoscope. Medicine concept

Un nemico silenzioso

Purtroppo i livelli di colesterolo possono allontanarsi dai valori ottimali senza scatenare alcun sintomo; per questo molte persone non sanno nemmeno di avere il colesterolo alto1. In generale, a partire da una certa età tutti dovrebbero iniziare a controllare i suoi livelli: nel caso degli uomini a partire dai 35 anni, e dai 45 anni nel caso delle donne3. Si sa, però, che alcune caratteristiche individuali possono aumentare il rischio di ipercolesterolemia: cattive abitudini alimentari, fumare, un peso eccessivo, un'attività fisica inadeguata e alcune malattie, ad esempio il diabete1. Per questo in alcuni casi potrebbe essere meglio iniziare a misurare il colesterolo già a partire dai 20 anni3. In particolare, viene consigliato di anticipare i test per il colesterolo quando si soffre di diabete, di pressione alta o di malattie cardiache, in caso di ictus e se si hanno diversi casi di malattie cardiovascolari in famiglia3.

Misurare il colesterolo: ogni quanto?

Nel caso in cui gli esami del sangue dovessero rilevare valori di colesterolo nella norma i test possono essere ripetuti dopo 5 anni1. A volte è però meglio intensificare i controlli, soprattutto in presenza di problemi come il diabete, la pressione alta, malattie cardiovascolari o problemi di circolazione negli arti inferiori1. Il modo migliore per non sbagliare è affidarsi ai consigli del proprio medico; nel caso in cui si dovessero assumere farmaci per tenere sotto controllo il colesterolo gli esami potrebbero essere prescritti anche ogni anno1. Ricetta alla mano, non bisogna dimenticare che il prelievo di sangue per il test del colesterolo deve essere fatto a digiuno. Per questo è necessario presentarsi al punto di prelievo senza aver mangiato per almeno 9-12 ore4.

1. Epicentro – Istituto Superiore di Sanità. Colesterolo e ipercolesterolemia.
2. MedlinePlus. Cholesterol.
3. MedlinePlus. Cholesterol testing and results.
4. NIH MedlinePlus – the magazine. Cholesterol Levels: What You Need to Know.

I contenuti diffusi dal sito Danacol e i risultati dei test proposti hanno valenza generica: la valutazione di situazioni di rischio cardiovascolare non può prescindere dal parere del proprio medico.

logo_footer_actimellogo-activia_newmondo_danonelogo-danacol-footerlogo_danette_footerlogo_footer_smLogo Vitasnella di Danonelogo_footer_yoothie