Colesterolo alto, le regole della dieta da seguire

Ciò che mangiamo influenza direttamente i livelli di colesterolo nel sangue. Per questo scelte alimentari corrette possono aiutare a ridurli tanto quanto i farmaci.

Miniature su immagini per la dieta da seguire per il colesterolo alto

Un occhio al colesterolo

Alcuni cibi sono particolarmente ricchi di colesterolo. Ne sono esempi le frattaglie, il tuorlo d'uovo e i derivati del latte intero. Meglio preferire tagli magri di carne, il bianco dell'uovo e il latte scremato.

Grassi sì, ma solo se buoni

Combattere il colesterolo non significa mettere al bando i grassi dall'alimentazione. Piuttosto significa limitare il consumo di alimenti ricchi di grassi saturi (tipici dei cibi di origine animale) e di grassi trans (presenti nelle margarine , nei fritti e in molti prodotti da forno confezionati ), che oltre ad aumentare il colesterolo totale alzano anche i livelli di quello cattivo. In particolare, quelli saturi non dovrebbero superare il 10% dei grassi introdotti quotidianamente. I grassi monoinsaturi, tipici di oli vegetali di qualità come l'olio extravergine d'oliva, sono una scelta più salutare. Inoltre anche la frutta secca contiene grassi amici della salute. Anche alcune varietà di pesce, come il merluzzo, il tonno e l'halibut, sono una scelta migliore rispetto alla carne perché contengono meno grassi totali, meno grassi saturi e meno colesterolo . Altre volte, come nel caso del salmone, dello sgombro e delle aringhe, si tratta di fonti ricche di omega 3, grassi essenziali amici della salute del cuore.

Largo ai prodotti di origine vegetale

Frutta e verdura possono essere mangiate in abbondanza anche da chi deve lottare contro il colesterolo alto: il loro elevato contenuto di fibre, infatti, aiuta proprio a ridurre i livelli di colesterolo. Per lo stesso motivo anche i cereali integrali sono benvenuti nella dieta per abbassare il colesterolo: largo, quindi, a pasta, riso, pane e farine integrali.

Alcol solo con moderazione

Chi soffre di colesterolo alto deve poi fare attenzione a ciò che mette nel bicchiere. La scelta migliore è ridurre il consumo delle bevande analcoliche ricche di zuccheri e limitare gli alcolici. In termini pratici ciò significa non superare un bicchiere di vino al giorno nel caso delle donne e due nel caso degli uomini.

I contenuti diffusi dal sito Danacol e i risultati dei test proposti hanno valenza generica: la valutazione di situazioni di rischio cardiovascolare non può prescindere dal parere del proprio medico.

logo_footer_actimellogo-activia_newmondo_danonelogo-danacol-footerlogo_danette_footerlogo_footer_smLogo Vitasnella di Danonelogo_footer_yoothie