Lotta al colesterolo: tutti i benefici dell’attività fisica

La lotta al colesterolo non passa solo attraverso l’alimentazione, anzi. Anche l’attività fisica merita un posto di rispetto nell’elenco dei fattori in grado di tenere sotto controllo i livelli dei diversi tipi di colesterolo presenti nel sangue.
Ragazzi che corrono: l'attività fisica è utile alla lotta al colesterolo

Una battaglia tra buoni e cattivi

Uno degli effetti dell'esercizio fisico è l'aumento delle HDL, le lipoproteine ad alta densità comunemente note come colesterolo "buono". D'altra parte, l'attività fisica aiuta anche a ridurre le LDL, cioè le lipoproteine a bassa densità dietro cui si nasconde il cosiddetto colesterolo "cattivo".

Meccanismi da chiarire

I meccanismi alla base di questi effetti non sono ancora del tutto noti. A giocare un ruolo potrebbe essere il controllo del peso permesso da un'attività fisica regolare. Infatti il sovrappeso può essere associato a un aumento delle LDL e l'attività fisica potrebbe aiutare a tenerle sotto controllo promuovendo la perdita di peso.
Mantenersi attivi può aiutare nella lotta al colesterolo anche perché l'esercizio stimola l'attività degli enzimi che aiutano a trasportare le LDL dal sangue e dalle pareti dei vasi sanguigni al fegato, dove il colesterolo viene eliminato o utilizzato per produrre la bile.
Infine, l'attività fisica porta all'aumento delle dimensioni delle HDL e delle LDL. Dato che le lipoproteine piccole e dense possono più facilmente accumularsi nelle pareti dei vasi sanguigni, mettendo così a rischio cuore e arterie, l'aumento delle loro dimensioni potrebbe avere risvolti positivi sulla salute cardiovascolare.

Poco è meglio di niente

L'ultima parola non è stata ancora detta nemmeno sulla quantità di esercizio necessaria per combattere efficacemente il colesterolo.
Fra studi che elogiano i benefici di un'attività fisica moderata e altri che evidenziano quelli di un esercizio più intenso sembra esserci un punto su cui tutti sono d'accordo: fare un po' di attività fisica tutti i giorni è una scelta più salutare rispetto a una vita sedentaria.
Per mantenersi attivi non è necessario iscriversi in palestra. Sono sufficienti anche camminate a passo sostenuto (anche per soli 30 minuti al giorno) per proteggere la salute cardiovascolare e tenere sotto controllo il livelli di colesterolo.

Effetti collaterali desiderati

Combattere il colesterolo con un'attività fisica regolare porterà anche altri vantaggi alla salute.
L'esercizio aiuta infatti a mantenere ossa forti, a migliorare l'umore e a ridurre il rischio di diabete, obesità, ictus e anche di sviluppare alcune forme di tumore. Meglio, insomma, darsi una mossa.

I contenuti diffusi dal sito Danacol e i risultati dei test proposti hanno valenza generica: la valutazione di situazioni di rischio cardiovascolare non può prescindere dal parere del proprio medico.

logo_footer_actimellogo-activia_newmondo_danonelogo-danacol-footerlogo_danette_footerlogo_footer_smLogo Vitasnella di Danonelogo_footer_yoothie