Dormire bene per proteggere il cuore

Dormire bene non aiuta solo ad affrontare le giornate con il massimo delle energie a disposizione. Il buon sonno aiuta infatti anche a mantenere il cuore in salute. Al contrario, dormire troppo o troppo poco aumenta la probabilità di sviluppare dei problemi cardiovascolari.
Donna si stiracchia appena sveglia

Gli effetti negativi di un cattivo riposo

Quando non si dorme abbastanza il rischio di pressione alta, di aterosclerosi, di calcificazione delle coronarie, di scompenso cardiaco e addirittura di infarto aumentano, ma non solo. Un riposo inadeguato è stato associato anche al diabete e all'obesità, condizioni che rappresentano fattori di rischio cardiovascolare. In generale, dormire meno di 6 ore a notte il rischio di disturbi cardiovascolari aumenta significativamente. Il rischio di avere a che fare con una malattia delle coronarie (le arterie che riforniscono di sangue il muscolo cardiaco) aumenta però anche quando si dorme 9 o più ore a notte. Garantirsi un riposo adeguato è invece una buona strategia per proteggere il cuore. Infatti un buon sonno riduce il carico di lavoro cui è sottoposto il muscolo cardiaco, perché sia la pressione che la frequenza cardiaca diminuiscono durante il riposo.

Meccanismi semi-sconosciuti

Alla base del legame tra il buon sonno e la salute cardiovascolare potrebbe esserci l'infiammazione. Infatti quando non si dorme bene i livelli di sostanze associate all'infiammazione presenti nell'organismo tendono ad aumentare. Ad entrare in gioco potrebbe però essere anche il sistema nervoso simpatico. Questa componente del sistema nervoso è nota per essere attivata dallo stress, noto nemico del cuore. Ma c'è di più. Infatti questa parte del sistema nervoso viene attivata anche quando non si dorme bene. E' quindi possibile che un riposo inadeguato metta in pericolo il cuore attraverso meccanismi simili a quelli dello stress. Non è però da escludere nemmeno l'ipotesi che un riposo non adeguato danneggi cuore e arterie aumentando il rischio di avere a che fare con condizioni che a loro volta sono dannose per il cuore. La mancanza di sonno può ad esempio aumentare la resistenza all'insulina, che a sua volta aumenta il rischio di una malattia pericolosa per la salute cardiovascolare: il diabete.

Come garantirsi un buon sonno

Anche se dormire male non condanna necessariamente a un problema cardiovascolare, garantirsi un buon sonno è un buon primo passo verso la protezione del cuore. Per favorire un riposo corretto può essere utile coricarsi e svegliarsi tutti i giorni all'incirca alla stessa ora. Meglio anche evitare di usare il letto per attività diverse dal dormire, ad esempio per lavorare . Attenzione, poi, all'assunzione dei alcolici, di caffeina o di nicotina nelle ore serali: prendere sonno potrebbe trasformarsi in un'impresa impossibile.

I contenuti diffusi dal sito Danacol e i risultati dei test proposti hanno valenza generica: la valutazione di situazioni di rischio cardiovascolare non può prescindere dal parere del proprio medico.

logo_footer_actimellogo-activia_newmondo_danonelogo-danacol-footerlogo_danette_footerlogo_footer_smLogo Vitasnella di Danonelogo_footer_yoothie