Colesterolo alto: è colpa dello stress?

Lo stress è una reazione di difesa dell’organismo, che producendo specifici ormoni allerta il cervello, manda i muscoli in tensione e aumenta il battito cardiaco per prepararsi a gestire al meglio la situazione1. Tuttavia, quando diventa un problema cronico, lo stress può diventare dannoso per la salute: l’organismo si sente sempre in condizioni di allarme, anche quando non ce n’è bisogno e, con il tempo, ci si può ritrovare alle prese con ansia o depressione, manifestazioni cutanee (come l’acne o l’eczema), diabete, obesità, disturbi del ciclo mestruale1.
Anche l’apparato cardiovascolare può farne le spese. Infatti, lo stress cronico è stato associato a malattie cardiache e pressione alta2. Alcuni studi scientifici hanno messo in evidenza anche come lo stress possa esercitare un effetto sui livelli di grassi nel sangue, alterandoli3.

Woman ripping Stress word written on black paper. Close up.

Un nemico del colesterolo buono

Secondo uno studio pubblicato nel 2002 sul British Medical Journal un alto livello di stress associato al lavoro potrebbe contribuire all’aumento dei livelli di colesterolo totale presente nel sangue . In una ricerca successiva, pubblicata nel 2005 sulla rivista Health Psychology, è emerso che lo stress sarebbe associato anche a un aumento delle LDL (Low Density Lipoproteins, lipoproteine a bassa densità), note come colesterolo “cattivo”, che distribuiscono il colesterolo ai tessuti . Altri studi, invece, hanno associato lo stress al rischio di una riduzione delle HDL , (High Density Lipoproteins, lipoproteine ad alta densità), il cosiddetto colesterolo “buono”, che trasportano il colesterolo dai vari organi e tessuti verso il fegato, che ne promuove l'eliminazione6.

Le armi per combattere lo stress

Per il momento i meccanismi attraverso cui lo stress psicologico potrebbe portare a un aumento del colesterolo non sono stati chiariti. Il legame potrebbe essere anche indiretto; condizioni stressanti potrebbero ad esempio spingere a una cattiva alimentazione, con conseguenze negative sui livelli dei grassi nel sangue2. Non ci sono più dubbi, invece, sul fatto che lo stress sia un nemico sia della salute psicologica sia di quella fisica. Per questo motivo vale la pena evitarlo; esercizi di respirazione, meditazione e pratiche come lo yoga sono tutti “strumenti” potenzialmente efficaci contro questo nemico del benessere .

1.MedlinePlus. Stress and your health.
2.Schneiderman N, Ironson G, Siegel SD. STRESS AND HEALTH: Psychological, Behavioral, and Biological Determinants. Annual review of clinical psychology. 2005;1:607-628.
3.Bergmann N, Gyntelberg F, Faber J. The appraisal of chronic stress and the development of the metabolic syndrome: a systematic review of prospective cohort studies. Endocrine Connections. 2014;3(2):R55-R80.
4.Kivimäki M, Leino-Arjas P, Luukkonen R, Riihimäki H, Vahtera J, Kirjonen J. Work stress and risk of cardiovascular mortality: prospective cohort study of industrial employees. BMJ. 2002 Oct 19;325(7369):857.
5.Steptoe A, Brydon L. Associations between acute lipid stress responses and fasting lipid levels 3 years later. Health Psychol. 2005 Nov;24(6):601-7.
6.Cox RA, García-Palmieri MR. Cholesterol, Triglycerides, and Associated Lipoproteins. In: Walker HK, Hall WD, Hurst JW, editors. Clinical Methods: The History, Physical, and Laboratory Examinations. 3rd edition. Boston: Butterworths; 1990. Chapter 31. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK351/ 7.Scheuch K, Pietruschka WD, Eckhardt G, Reinelt D, Richter V, Reuter W. HDL and LDL cholesterol changes in psychological stress in relation to stress experience. Z Gesamte Inn Med. 1984 Jun 15;39(12):273-7.
8.Assadi SN. What are the effects of psychological stress and physical work on blood lipid profiles? Chen. Y-H, ed. Medicine. 2017;96(18):e6816.
9.Woodyard C. Exploring the therapeutic effects of yoga and its ability to increase quality of life. International Journal of Yoga. 2011;4(2):49-54. doi:10.4103/0973-6131.85485.

I contenuti diffusi dal sito Danacol e i risultati dei test proposti hanno valenza generica: la valutazione di situazioni di rischio cardiovascolare non può prescindere dal parere del proprio medico.

logo_footer_actimellogo-activia_newmondo_danonelogo-danacol-footerlogo_danette_footerlogo_footer_smLogo Vitasnella di Danonelogo_footer_yoothie